Sistema qualità

La Cooperativa Sociale Leone Rosso considera il Sistema di Gestione della Qualità come uno strumento strategico fondamentale per sviluppo e organizzazione che sappiano coniugare efficacia, efficienza e valorizzazione dei soci.. L'opportunità nasce dalla capacità intrinseca delle norme UNI EN ISO 9001:2008 di permettere il presidio ed il governo della gestione aziendale attraverso il principio della responsabilità di processo e la considerazione della centralità di Clienti e Committenti. Il Sistema di Gestione per la Qualità si caratterizza infatti per avere un processo interno adeguato, efficace e quanto più possibile efficiente, orientato al miglioramento continuo.
Una opportunità poiché in termini organizzativi, di marketing, di comunicazione, di trasparenza la certificazione ci permette di migliorare.
La Direzione Generale della Cooperativa Leone Rosso ha pertanto ritenuto coerente con i propri impegni e strategie di sviluppo la definizione e l'attuazione di un Sistema di Gestione per la Qualità (SGQ) conforme ai requisiti della nuova norma UNI EN ISO 9001:2008, applicandone i principi all'intera Azienda.
E' stato implementato il sistema qualità perché riteniamo che bene si sposi con il fare cooperativo.
La cooperativa è infatti l'impresa in cui non esiste la distinzione titolare/dipendente: essere cooperatori vuol dire agire insieme in una struttura dinamica in cui al tempo stesso si è lavoratori e imprenditori, e in cui si possono esprimere sia doti di managerialità sia attitudine alla mutualità. - Un sistema di organizzazione come quello della norma UNI EN ISO ci permette di valorizzare ulteriormente le possibilità di partecipazione di ogni singolo socio.
Cerchiamo obiettivi certi e misurabili che ogni anno verranno discussi nell'Assemblea di Bilancio con I'ìntento di migliorare il nostro lavoro.

 

Il percorso di qualità.

La certificazione che la cooperativa ha acquistito si è sviluppata in fasi: il piano di lavoro è stato coordinato dal Responsabile Gestione Acquisti e Qualità in stretta collaborazione con i referenti delle strutture.

Il percorso è stato il seguente:
Formazione. La progettazione di un Sistema di Gestione per la Qualità si è basato sul coinvolgimento di tutte le funzioni interne ed ha preso avvio con una preliminare diffusione della cultura della qualità in tutte le aree dell’organizzazione, secondo quanto necessario.
Analisi. Si è passati ad esaminare i compiti e gli ambiti di competenza del personale, con cui si sono analizzati i requisiti della norma e si è valutato quanto questi siano soddisfatti dalle attività in essere.
Pianificazione. Completata questa fase sono state definite le attività da avviare o aggiornare nelle varie aree, è stata pianificata l’effettuazione nel tempo con l’assegnazione di compiti specifici ai diversi collaboratori.
Esecuzione. Il personale incaricato ha dato avvio all’effettuazione delle attività pianificate.
L’attività è proseguita con la definizione e la predisposizione dei documenti di sistema ed operativi che sono necessari all’organizzazione per impostare e tenere sotto controllo le attività.
Audit Interni. Parallelamente all’avvio dell’implementazione del Sistema Qualità è stata effettuata la formazione del personale incaricato e sono stati effettuati gli audit interni.
Verifica e Certificazione. Al termine di una valutazione complessiva è stata decisa la data della verifica finale.

Il percorso ha aiutato a rendere più chiaro all’interno, per chi opera nei servizi, il chi fa che cosa e il come lo facciamo. Questo ha stimolato senz’altro un miglioramento organizzativo, ha aiutato chi opera in strutture complesse a lavorare in una condizione di maggiore chiarezza e dunque, anche ad avere possibilità di incidere sulla definizione di regole e procedure in modo più propositivo, mantenendo aperta la vitale dinamica tra chi gestisce operativamente il servizio e chi ha funzioni dirigenziali.
La sfida oggi è quella di mantenere nella nostra Organizzazione una forte capacità realizzativa, intesa come capacità di trasformare corretti obiettivi in evidenti risultati attraverso validi processi. Essere realizzativi significa saper trasformare, cambiare ed il cambiamento deve essere considerato fisiologico. Nella realtà dell'impresa sociale, significa essere aperti alle novità ed attenti al mutare dei contesti.
Essere realizzativi significa anche individuare ogni giorno piccoli obiettivi su cui impegnarsi definendo modi operativi più adeguati, producendo risultati concreti, per realizzazioni più soddisfacenti. Utilizzare la qualità perché la Cooperativa migliori vuol dire salire su solide fondamenta dal punto di vista della metodologia e della pratica consolidata. L'ambito è di diffusione mondiale, con contributi di culture e pratiche tra le più varie. Oggi la grande maggioranza delle organizzazioni aziendali di successo, in ogni settore, utilizza in vario modo il sapere, i metodi, gli strumenti, l'organizzazione e l'evoluzione della qualità.

Mappa